Post

Perché il Mediterraneo sparirà presto e l'Europa si unirà all'Africa

Immagine
La storia si ripete: la Pangea sta tornando! Se ti capita di trovarti sul Mar Mediterraneo, prenditi un minuto per osservare la sua riva. Osserva da vicino per un po' (un anno, per la precisione), e potresti notare il suo leggero movimento (circa 2 cm all'anno). L'Africa e l'Europa si scontrano lentamente in un processo che dura da circa 40 milioni di anni, spingendo in alto le Alpi e i Pirenei. Secondo l'Economist, questa deriva continentale continuerà a lungo nel futuro, per altri 50 milioni di anni, al fine di permettere l'incredibile incontro dei due continenti e la formazione di un mega-continente: Eurafrica. Il Mar Mediterraneo quindi scomparirà del tutto, per essere sostituito da una catena montuosa grande come l'Himalaya o forse più. Sarà, è proprio il caso di dirlo, un mondo irriconoscibile... ma né noi, né i nostri figli e nipoti potremo vederlo.


La deriva dei continenti è un'aggiunta relativamente recente agli studi geologici, ed è stata acce…

Algoritmi: la schiavitù dell'uomo del futuro

Immagine
Non ci sono più dubbi: il XXI secolo verrà ricordato come l'era dell'intelligenza artificiale. Questo a causa della gestione della complessità sempre maggiore delle società postindustriali, permettendo la creazione di una corsa sfrenata allo sviluppo di sistemi automatici idonei a coordinare in questo compito l'intelligenza umana.


Ma quali sono i problemi che questa crescita esponenziale ci riserva? Partendo dalle linee generali, un algoritmo può essere definito come "un procedimento che risolve un determinato problema attraverso un numero finito di passi elementari, chiari e non ambigui, in un tempo ragionevole". L'algoritmo è quindi la base teorica della "calcolabilità", che da esso deriva, ovvero: "un problema è calcolabile quando è risolvibile mediante un algoritmo". Anche se di origini molto antiche, al giorno d'oggi il concetto di algoritmo sta vivendo una nuova gioventù, a causa dell'impiego massivo che le società dei cosidde…

Passato, presente e futuro delle conferenze sul clima

Immagine
La tematica dello sviluppo sostenibile per il futuro, ovvero il presupposto scientifico secondo cui l'economia umana dovrebbe necessariamente seguire la triplice via del riciclo per preservare gli ecosistemi naturali, dell'equità sociale e dell'efficienza del progresso, è stata approfondita solo dalla fine del XX secolo. Nonostante numerosi scienziati e ricercatori avessero agito da veri e propri apripista fin dalla fine del 1800 per quel che riguarda la tematica ecologista e ambientalista, i trattati a livello internazionale verranno inaugurati solo nel 1972, in seguito alla famosa Conferenza di Stoccolma sul clima. Vediamo ora, attraverso una dettagliata analisi, qual è stato il passato dell'interesse sul cambiamento climatico e quali conseguenze ha portato (e porterà) al futuro prossimo dell'umanità...



PASSATO:

E' anzitutto doverosa un'analisi storica per meglio comprendere le cause dell'interessamento delle questioni ambientali alla fine del XX seco…

Max Weber: Cause, conseguenze e futuro del capitalismo industriale

Immagine
Perché alcuni popoli e nazioni hanno raggiunto la fase di produzione industriale e tipicamente capitalistica ed altri no? Come mai essa invece si affermò a partire dai paesi del nord Europa, piccoli ed in costante lotta tra di loro, schiacciati dal peso delle altre potenze europee e non in enormi continenti come l'Asia o l'Africa? A venire in nostro aiuto, seppur alienando dalla sua tesi gran parte delle problematiche economiche, etiche e politiche/sociali di altre popolazioni, è Max Weber: importante storico e sociologo della seconda metà del 1800.


IL CAPITALISMO DEL PASSATO: La tesi di Weber, riassunta nel suo saggio "L'etica protestante e lo spirito del capitalismo", si basa sull’analisi del carattere prevalentemente protestante della proprietà capitalistica. Egli vuole dimostrare che lo sviluppo della società occidentale abbia avuto un percorso unico rispetto a quello delle altre civiltà e l’unicità dello sviluppo occidentale sarebbe derivata dall’elemento de…

Nasce Aftermath Studies: ecco chi siamo ed i nostri obiettivi editoriali

Immagine
Nasce Aftermath Studies, il nuovo sito web indipendente per gli appassionati di storia, attualità, geopolitica e futurologia!




Chi siamo? Aftermath Studies (letteralmente "Gli studi delle conseguenze") è un progetto editoriale nato alla fine del 2018, in collaborazione con il più famoso sito web Riscrivere la Storia (www.riscriverelastoria.com).
Si tratta di un progetto innovativo nel suo genere, basato sull'analisi di fatti ed eventi storici più o meno recenti e di argomenti di attualità, al fine di comprendere meglio il presente in cui viviamo quotidianamente ed il futuro prossimo dell'umanità.

Attraverso analisi comparate di statistiche, revisione di testi storici e uno studio oggettivo dei fatti, Il il team di Aftermath Studies - composto da esperti del settore storico, geografico, economico, politico e socio-culturale - vuole porsi come esperimento editoriale inedito nel suo genere. Inoltre, grazie ad un approccio multidisciplinare, verranno trattate tematiche di …